trucco sposa pavia milano lombardia

Uno degli interrogativi che mi vengono proposti più spesso, soprattutto dalle future spose, è: “Come faccio a nascondere le occhiaie?”. Il fatto è che, ancora più spesso, la domanda proviene da persone che devo guardare veramente a lungo e con attenzione per notare le tracce di quelle che loro definiscono “occhiaie terribili”. A volte hanno il viso un po’ stanco o la palpebra inferiore gonfia. Ma le occhiaie?

Non è certo una novità, come mi ricordava non molto tempo fa Max di FuoriFuocoStudio in una bella discussione sulle insicurezze delle donne di fronte all’obiettivo, che ci vengano quotidianamente propinate immagini di persone che non esistono né possono esistere in natura: pelle senza pori, proporzioni ritoccate, un mix di perfezioni che fa inevitabilmente sentire inadeguate. Del resto, secondo le tendenze di marketing più recenti, si vendono le aspirazioni, non i prodotti…

Oppure, quando si parla di fotografia come forma d’arte, qualche photoritocco qua e là (ma il troppo stroppia inevitabilmente, almeno secondo me) può servire a non distogliere l’attenzione sul dettaglio insignificante e a rendere più potente e comunicativa l’immagine. Nel caso del ritratto fotografico, a cogliere in modo più intenso e meno filtrato la modella (e neppure sempre…).

trucco semplice e naturale
trucco ogni giorno

Però, la vita quotidiana non è un set fotografico, specie la vita che inizia alle sette del mattino davanti allo specchio. Quindi, veniamo a qualche dritta concreta.

1) Le occhiaie non sono il problema: come al solito, fa più l’effetto d’insieme che il dettaglio. Se hai un viso stanco, tirato, le sopracciglia in disordine, gli occhi strabuzzati da notti insonni (se, insomma, sei sotto stress cronico o acuto da crisi di nervi incipiente), non ci sarà correttore che tenga! Prenditi del tempo per te, trova il momento beauty-farm autoprodotta: in fondo, bastano una buona tisana, magari leggermente drenante, una maschera con argilla e miele e una puntata del telefilm preferito (o un bel libro) per ritrovare un ritmo umano. Respira, decelera e scala la marcia.

2) Evita l’effetto “panda al contrario”: sarà anche di moda sul red carpet, ma nel mondo dei comuni mortali è piuttosto brutto a vedersi. Per questo, io preferisco applicare il correttore dopo il fondotinta. Infatti, la prima passata di fondotinta già contribuisce a uniformare il colore dell’occhiaia, rendendo più facilmente calibrabile la quantità di correttore da applicare (unica eccezione se si usa correttore in crema e fondo in polvere!)

3) Scegli il colore giusto: la teoria è quella dei colori complementari. Il verde ammazza il rosso, il giallo smorza il blu, l’arancio funziona sul violetto. Se però non ti fidi e non vuoi trasformarti nell’arcobaleno della felicità, opta per un color carne/albicocca che, come il nero, va con tutto (il mio preferito in questo momento è il numero 08 di Couleur Caramel). Vietatissimo il correttore in polvere in caso di contorno occhi particolarmente secco: le zampe di gallina sono assicurate anche se non le avete mai avute prima…

4) Sii gentile con la tua pelle (ti deve restare addosso fin che morte non vi separi): io uso sempre le dita più deboli (l’anulare, per esempio) per spalmare la crema o il correttore. Picchietta, anziché tirare. Scegli una buona crema eco-bio (per esempio il Siero contorno occhi di Latte & Luna). Bevi il giusto quantitativo di acqua. Un massaggio delicato rotatorio dall’esterno dell’occhio verso la radice del naso aiuta a distendere la pelle e ridurre i gonfiori.

5) Prova qualche rimedio naturale: le fette di patata, i cetrioli…il succo è che il caldo aumenta la vasodilatazione e quindi peggiora le occhiaie. Qui trovi qualche spunto! Come giustamente suggerisce Lola, è meglio evitare il cucchiaino appena uscito dal freezer a contatto con la pelle delicata degli occhi…Attensione anche alla camomilla, che in dosi massicce ha effetto contrario.

6) Ricordati che persino le occhiaie contribuiscono all’espressività: meglio un viso meno perfetto, ma comunicativo piuttosto che sembrare uno stoccafisso dalla pelle di porcellana!

Pittrice & Eco Makeup Artist. Il mio compito è portare colore nel tuo mondo: il verde dei prodotti eco e tutte le sfumature più adatte a valorizzare la bellezza che già hai. Appassionata di DIY, stili di vita sostenibili e…gatti, naturalmente!

Pittrice & Eco Makeup Artist. Il mio compito è portare colore nel tuo mondo: il verde dei prodotti eco e tutte le sfumature più adatte a valorizzare la bellezza che già hai. Appassionata di DIY, stili di vita sostenibili e...gatti, naturalmente!

Discussion

Comments (4)

Rispondi